La begonia

fiori della begonia

La begonia è senza dubbio una delle piante che in giardino godono della migliore fama, apprezzata sia per la sua facilità di coltivazione che per il colore dei fiori. Erroneamente molti però pensano che si tratti di una singola pianta, il genere comprende invece circa 1000 specie differenti appartenenti alla stessa famiglia, molte delle quali originarie del Brasile.

Si tratta di piante perenni, che in Italia svolgono per lo più funzione ornamentale per la bellezza delle loro foglie e dei fiori, molto spesso acquistate nei siti di vendita fiori online e regalate a suocere o amici per compleanni, inviti a pranzo e festività varie.
Generalmente viene sistemata in vaso e scelta soprattutto per ornare gli ambienti interni come il salotto, magari appesa al soffitto con un vaso in ottone anni ’60. Tuttavia non è raro vederla anche in giardino, in particolar modo nelle aiuole, dove è utilizzare per creare un sottobosco piacevole da vedere.

La specie più presente in natura in Italia è la Begonia Credneri, che popola le zone submontane del nord Italia. Ha grandi fogli di colore verde bronzeo, rosse sul lato rivolto al terreno, e predilige le zone ombreggiate e fresche. Se piantata in giardino teme più l’estate che l’inverno, soprattutto in caso di alte temperature ed esposizione diretta al sole pomeridiano.
Le specie più comuni nei siti di regali e consegna fiori sono invece le Begonie Tuberose, che si distinguono per la varietà dei fiori. Le foglie delle begonie tuberose sono solitamente abbastanza grandi e a forma di cuore, di colore verdi con sfumature bronzee, dorate o rossicce a seconda dei casi. I fiori nascono all’estremità di steli alti da 20 a 40 cm, e si differenziano in modo notevole da una specie all’altra sia per forma che per colore, passando dal bianco al rosso.
La terza specie abbastanza conosciuta in Italia è quella delle begonie erbacee a radici fascicolate, utilizzate in particolar modo per le aiuole, il giardino e la decorazione di terrazze e balconi. Rispetto alle begonie tuberose, che si adattano meglio alla vita all’interno di casa, si tratta di una specie più resistente alle fredde temperature. Ne esistono varietà con fiori rossi, rosa o bianchi, dal fogliame che varia dal verde acceso al rosso bordeaux.

La coltivazione avviene solitamente in autunno od in primavera, tuttavia se dovete piantarle in giardino vi consigliamo di farlo ad inizio primavera, quando il clima è più favorevole affinché la pianta si adatti bene al nuovo habitat.
Nel caso di begonie in vaso da regalare l’unico consiglio è invece quello di evitare l’esposizione solare diretta, qualsiasi zona della casa andrà bene, dal terrazzo molto illuminato al salotto.

Advertisements

Fiori estivi per i balconi

fiori estivi sui balconi

L’estate è ormai nel suo fiorire e chi ama i fiori non può lasciarsi sfuggire l’occasione, anche quest’anno, di riempire i balconi di casa di colori e profumi. C’è chi si è già messo all’opera facendosi spedire fiori in primavera ed ora si gode i propri balconi, c’è invece chi punta tutto sulla tarda estate e si trova proprio adesso a dover scegliere quali fiori piantare nei vasi. Vediamone assieme qualcuno:

  • Il gelsomino. È uno dei fiori più profumati e si presta benissimo ai terrazzi delle case a schiera, dove serve una pianta che separi dal balcone dei vicini. L’unico difetto è la gran quantità di fiori appassiti che dovrete raccogliere
  • Le margherite. Il fiore più classico, che trasmette allegria già a prima vista. È la scelta giusta per i vasi più piccoli, magari da mettere in terra su terrazze ampie
  • La lavanda. Un tocco di provenza per i vostri balconi, buonissima da sentire quando il vento tira verso casa. Coltivarla è molto semplice e il fiore si presta perfettamente ai balconi della terrazza
  • L’ortensia. Il fiore da balcone per eccellenza, quello che tutte le mamme hanno provato almeno una volta a coltivare. Richiedono ombra e la dovuta attenzione nelle innaffiature, pena il veloce appassirsi dei fiori, con la pianta che presenterà buchi qua e la nella fioritura. Se ben coltivate assicurano però fiori per tutta l’estate, balconi bellissimi che con i mesi cambiano anche colore. Le ortensie sono senza dubbio i fiori online più acquistati.
  • Il girasole. È il fiore estivo, quello presente sui campi e su tutte le cartoline. In terrazza sta benissimo, porta colore ed è senza dubbio una scelta più originale dell’ortensia, che renderà i vostri balconi invidiati da tutto il vicinato. Richiede tanto sole ed un vaso abbastanza grande messo a terra (si tratta di fiori alti, che anche se messi sul pavimento spunteranno dal balcone)
  • Le rose. Più che da balcone le rose sono un fiore da aiuola, perfette per circondare una pianta di grandi dimensioni posta al centro dell’aiuola, grazie ai loro molteplici colori che staccano dal colore del fusto della pianta. Tuttavia anche in balcone non sfigurano, specie se scelte e abbinate in diversi colori.
  • Fucisa. È un fiore meno conosciuto, ma l’effetto sui balconi sarà veramente stupefacente, come se una cascata di fiori si adagiasse sul muro del balcone.

Come avete potuto notare la lista contiene un po’ di grandi classici e qualche novità, con soluzioni sia da tradizionale fioriera da balcone che da vaso posizionato in terra. Ho voluto darvi solo qualche idea, ma nel campo dei fiori potete liberamente spaziare di fantasia provando originalissime soluzioni ed abbinamenti per rendere veramente colorati e creativi i vostri balconi per tutta l’estate.

La coltivazione della zinnia in giardino

coltivazione della zinniaLa primavera non è ancora giunta, ma ciò non ci impedisce di mettere in terra le piante più belle come ad esempio la zinnia.

La zinnia si presenta come una pianta contraddistinta da fusti che sono in grado di raggiungere i 120 centimetri e con foglie dalla dimensione ovale. Per quanto concerne i fiori, invece, notiamo che si tratta di fiori proposti nella versione semplice così come quella doppia, come capita proprio come le margherite; in fatto di colori, invece, vediamo che il fiore può avere un colore bianco, rosso, giallo o rosa.

Si tratta di una pianta che può essere coltivata abbastanza facilmente e che non ha bisogno di accorgimenti particolari, se non regolarità nelle annaffiature e una zona luminosa dove possa prendere il sole per diverse ore della giornata. Fate inoltre attenzione a non far ristagnare l’acqua poiché potrebbero insorgere dei problemi con malattie.

by Melody Laurino

Quali fiori seminare in giardino?

fiori da seminare in giardinoVi piacerebbe avere un giardino ricco di fiori e piante? Allora scoprite insieme a noi quali sono le migliori proposte floreali da piantare in marzo, possibilmente senza spendere troppo ricorrendo all’acquisto di fiori online all’ingrosso.

Avere un bello spazio fiorito è lo scopo di tutti quelli che hanno un giardino, ma per averne uno veramente bello è necessario conoscere le piante e sapere di cosa hanno bisogno. Ancor più importante, però, è sapere quale sono le piante che si possono piantare durante il mese di marzo, momento giusto per dar vita al giardino. Quindi, per esservi d’aiuto abbiamo deciso di darvi qualche dritta in più per curare e seminare bene le vostre piantine e fiorellini.

Innanzitutto vi consigliamo di prendervi per tempo, meglio organizzare la spedizione fiori a domicilio a fine febbraio, quando i prezzi sono più bassi ed avete ancora un po’ di tempo per rimediare ad eventuali ripensamenti in giardino. Il mese di marzo è perfetto per la semina di fiori come la dalia, il papavero, la cosmea, la salvia splendens, ma anche il basturzio, l’agerato e la zinnia. Non dimentichiamo, poi, di citare anche la speronella e la bella di notte, che potranno donare un aspetto più elegante e profumato al vostro spazio verde. Non vi resta che acquistare degli ottimi semi e piantarli nelle aree che desiderate!

by Melody Laurino

La concimazione delle margherite

concimare le margheriteSe avete collocato nel vostro giardino delle splendide margherite o avete ricevuto in regalo dei fiori a domicilio di questo tipo, non potrete certamente farvi sfuggire l’occasione di prendervene cura nei migliori dei modi, così da farle crescere al meglio. Proprio per questo sarà indispensabile conoscere ogni minimo dettaglio su questa pianta erbacea, inclusa anche la fase della concimazione.

Come succede per molte piante, anche le margherite devono essere nutrite per bene poiché i nutrimenti si possono esaurire, soprattutto se abbiamo deciso di sistemare le piante in vaso.

La concimazione dovrà prediligere ingredienti azotati se si tratta di margherite come la camilla, europa e albina, mentre nel caso delle varietà come la cosmea sarà necessario scegliere concimi con una maggiore quantità di potassio. Mi raccomando, recatevi dal vostro fiorista o da chi si occupa di invio fiori e scegliete i prodotti migliori per la crescita delle vostre piante!

by Melody Laurino

La meraviglia del roseto botanico Carla Fineschi

roseto botanico

Sei un vero amante della natura e in modo particolare di tutti quei luoghi in cui puoi respirare tutta la magia che si viene a creare quando sei contornato da fiori e piante? Non farti mancare una visita al roseto botanico Carla Fineschi.

Se il profumo delle rose fiorite e i colori di questo meraviglioso fiore riescono a renderti ancor più poetico e desideroso di vivere, molto probabilmente, non potrai fare a meno di concederti un tour tra i vari roseti d’Italia, senza lasciarti sfuggire in questo giro tra la natura l’incredibile roseto botanico Carla Fineschi in provincia di Arezzo e, in modo più preciso, sito nella località di Casalone a Cavriglia.

Al suo interno, infatti, è presente una collezione vastissima di rose, una delle più grandi esistenti al mondo, considerando che si tratta di un giardino privato. Al suo interno, il giardino botanico segue una struttura tradizionale, con separazioni tra sezioni, specie, eventuali sottospecie ed anche ibride. La varietà di piante uniche presenti all’interno del roseto botanico Carla Fineschi raggiunge il totale considerevole di 7000 piante uniche.

I narcisi: curarli in vaso

narcisi vaso

Se ti piace l’idea di sistemare nel tuo balcone dei narcisi, non dovrai far altro che seguire i nostri consigli per farli crescere al meglio.

I narcisi si presentano come delle piante erbacee bulbose che danno origine a degli splendidi fiori da ammirare durante la stagione primaverile. Queste piante, che posseggono foglie lunghe e strette, sono perfetti per creare nel proprio giardino delle aiuole, ma potranno anche dare un tocco di maggiore cura e raffinatezza al tuo balcone.

Ricordati che i narcisi non gradiscono assolutamente i ristagni d’acqua e, perciò, non innaffiare mai esageratamente la terra. Quest’ultima peraltro per ospitare al meglio i tuoi fiori dovrà esser di giardino con l’aggiunta di torba e di sabbia: in questo modo, sarai certa di offrire ai tuoi fiori la giusta sistemazione.

Per quanto riguarda l’esposizione al sole dovrai fare bene attenzione: in natura, difatti, sono presenti circa una quarantina di narcisi e ogni fiore richiede delle accortezze speciali. Infine, se desideri piantare i fiori, ricordati di farlo in autunno.

Le proprietà del mirtillo rosso

mirtillo rosso

È possibile arricchire il proprio giardino di un po’ di colore e, nello stesso tempo, assicurarsi un prelibato e prezioso frutto per prendersi cura della propria salute? Con il mirtillo rosso è possibile.

Non c’è nulla di più bello di un bel giardino primaverile ricco di profumi e di colori, dopo un lungo inverno durante il quale non c’è molto spazio per la vitalità tipica dei giardini durante la bella stagione: ecco perché, in quel momento dell’anno, poter arricchire la propria oasi verde di fiori delicati e graziosi come quelli del mirtillo rosso, è qualcosa di molto piacevole.

Attraverso il mirtillo rosso, infatti, è possibile abbellire il giardino ed assicurarsi di avere poi anche per sé dei frutti preziosi: attraverso questa bacca, infatti, è possibile curare in modo naturale non pochi disturbi di salute, non da ultima la cistite nelle donne, oltre all’osteoporosi, la cardiopatia, la carenza di antiossidanti. Prendetevi cura della vostra salute con il mirtillo rosso!